Differenza tra l'aceto balsamico tradizionale e non

Aceto balsamico non è aceto balsamico tradizionale

Da qualche anno risultano messi in commercio tre tipi di aceto:

  1. aceto balsamico tradizionale di Modena,
  2. aceto balsamico tradizionale di Reggio nell'Emilia,
  3. aceto balsamico di Modena.

Tutti e tre ostentano sull'etichetta del contenitore di vetro l'aggettivo BALSAMICO.
Il terzo manca della voce tradizionale ed è prodotto con:

  • vino,
  • aggiunte di mosto cotto,
  • eventualmente caramello,
  • eventualmente aceto invecchiato.

Gli aceti balsamici tradizionali sia di Modena che di Reggio Emilia hanno invece un solo ingediente:

  • mosto cotto di uve autoctone.

Sono pertanto prodotti profondamente diversi a partire dagli ingredienti utilizzati oltre che dai tempi di invecchiamento. Questo spiega la grande differenza a livello di costo per il consumatore finale che è del tutto giustificata dalla radicale differenza di qualità e aroma.

Botti aceto balsamico tradizionale

Botti numerate nell'acetaia tradizionale

Il processo di invecchiamento e la creazione de bouquet, nell'aceto balsamico tradizionale, avviene esclusivamente per invecchiamento e travasi all'interno di botti di legno di differenti essenze.

Differenze tra aceto balsamico tradizionale di Modena e di Reggio Emilia

Tra il balsamico tradizionale di Modena e quello di Reggio Emilia vi sono differenze minime, a partire dal nome, infatti più che di differenze si dovrebbe parlare di analogie. Se è vero che la tradizione dell'aceto Balsamico è nata in terra Reggiana, presso Canossa, è vero anche che il territorio collinare di Reggio e Modena presenta caratteri molto simili nel clima, nei terreni e anche nei vitigni.

Questo fa si che i due Aceti mantengano entrambi le caratteristiche di eccellenza e peculiarità conferite dal territorio Emiliano. Il buongustaio, se vorrà un prodotto di eccellenza, dovrà pertanto focalizzare l'attenzione sulla caratteristica della natura Tradizionale dell'aceto e non solo sulla dicitura Aceto balsamico, indipendentemente che la provenienza sia Modena o Reggio Emilia.

La specificità dei legni delle botti, del luogo in cui è collocata l'acetaia, delle sfumature tecniche nell'arte di acetificazione declineranno i sapori ed il profumi dell'aceto in modo del tutto speciale per ciascuna acetaia balsamica tradizionale.



Home > DIFFERENZA TRA ACETI BALSAMICI