Acetaia di Montericco, nell'ombelico dell'Emilia

paesaggio dall'acetaia di montericco

situata nell'ombelico magico dell'Emilia, l'acetaia tradizionale di Montericco cura prodotti balsamici destinati a chi ama la natura

L'Acetaia Tradizionale 176 di Montericco

Situata nell'ombelico dell'Emilia, tra le provincie di Modena e Reggio Emilia, l'Acetaia 176 di Montericco utilizza solo mosti provenienti dalle colline di Albinea, Scandiano e Canossa per offrire un prodotto autenticamente tradizionale.

La lunga stagionatura dell'aceto balsamico avviene per un lungo periodo di tempo mai al di sotto dei 12 anni, in botticelle di legni di diversa essenza, disposte in batteria, dove si susseguono la fermentazione alcoolica, l'ossidazione acetica e l'invecchiamento aromatico.Vengono utilizzate botticelle in legno di rovere, castagno, gelso, ciliegio selvatico, frassino, robinia e ginepro, ognuna delle quali conferisce un aroma particolare al prodotto che diverrà così unico nell'acetaia. Modena non è affatto lontana da qui, Canossa a due vallate di distanza; si respira l'aria della tradizione.

interno dell'acetaia di Montericco

Vista dell'interno dell'acetaia di Montericco.

L'acetaia è all'interno del piano attico di una abitazione storica del Borgo del Castello di Montericco. Il clima particolare di questo luogo con inverni freddi ed estati torride fa parte integrante del processo di maturazione dell'aceto balsamico.

L'acetaia 176 di Montericco offre tutte le tre qualità di Aceto Balsamico Tradizionale, dall'Aragosta, all'Argento, all'Oro. Indipendentemente che sia di Reggio Emilia o Modena, il balsamico tradizionale è un prodotto di qualità protetta, certificata e... indiscussa.

Territorio emilano e tradizione matildica

La produzione di aceto balsamico tradizionale viene realizzata esclusivamente nel borgo della antica frazione di Montericco di Albinea, in provincia di Reggio Emilia, in prossimità del castello dal quale si domina l'intera Pianura Padana e dal quale, nei giorni di bel tempo, si vede chiaramente il profilo delle Alpi, le stesse varcate molti secoli fa da imperatori e re, da mercanti e semplici viandanti che nel tempo hanno diffuso la fama di questo gioiello del gusto.

Il mosto cotto a fuoco diretto proviene dalla pigiatura di uve tradizionalmente coltivate in provincia di Reggio Emilia.

L'antica leggenda vuole che l'aceto balsamico sia stato inventato a pochissima distanza da qui, alla corte di Matilde di Canossa. Successivamente si è diffuso in tutto il territorio di Reggiano e Modenese.

antica mappa delle colline emiliane

Il colle di Montericco rappresentato su una antica mappa del territorio emiliano.

Aceto Balsamico Naturale

Ci sforziamo affinchè i nostri prodotti siano il più possibile sani, tradizionali e naturali.

Aceto Balsamico Naturale per noi significa:

  • uso di mosti provenienti da vigneti locali di collina;
  • nessun ingrediente aggiunto nemmeno per i condimenti che sono prodotti esclusivamente con mosto di uva cotto invecchiato;
  • l'acetaia balsamica è un luogo naturale: lontana dalle città si trova in mezzo alle colline di Montericco in una casa storica del borgo del castello (la foto all'inizio della pagina è fatta dall'acetaia).
  • Non ci interessa in alcun modo la quantità nella produzione. L'aceto balsamico naturale è un prodotto prezioso, da utilizzare in piccole quantità.


Home > ACETAIA DI MONTERICCO